la morte della sera

valeriana e cicuta
sambuco,lavanda,miele
melissa,camomilla,acqua bollente,che scivola nella gola
scalda il gelido cuore inquieto
inferno nella mente,
tormenta come tempesta,
giro e rigiro,mescolo tisana
veleno dolce che m’accompagna verso le mie ombre
lentamente tutto sparisce…
la sabbia si sedimenta,
schiarisce l’acqua torbida dei miei pensieri
certezze illuminano i sentieri
le paure sparisco
e io parto per altri viaggi…