L’amore giovane: un peluche o un po’ di paradiso?

Avevamo l’innocente illusione

di bere il futuro con i fondi del caffè

e tanti altri strani perversi giochi

per depistare l’infelicità…

 

Dove sono i risvegli spietati di tenerezza?

Dove sono i tuoi aspetti insignificanti

che somigliavano al crollo di un grattacielo

o all’intrusione in un terreno di caccia?

 

Come ogni volta che sei andata via

ho disegnato una lacrima sulla guancia

per dimenticarti più in fretta

e difendermi dalla sommossa dei desideri

 

Ripagati i debiti dell’Amore giovane

guardando le nuvole mi hai chiesto:

tra quanti peccati ci daranno

un fottuto peluche o un po’ di paradiso?