Le mani si sfiorano, le labbra si mordono

Steso sulla panchina

Come gl’angeli sulle nuvole

Ho la testa sui tuoi jeans

E i pensieri giĆ  nel tuo letto

 

Le mani si sfiorano

Le labbra si mordono

 

Come immersi nel nulla

Navigo nel tuo sguardo

Tanto di tutto il resto

Non me ne fotte un cazzo