LEI

Mi ritrovo sempre qui

a tarda ora

nel letto, sfatto

a pensare

che non è l’insonnia,

l’afa,

il caldo,

a non farmi dormire

neanche quell’assordante silenzio notturno,

ma,

quel sottilissimo brusio

che piano piano si fa sempre più forte

di pensieri aggrovigliati.

Penso all’ingrediente segreto per la felicità

sei tu

ragazza eterea

dai capelli dorati,

perdo la cognizione del tempo

ascoltandoti,

smarrisco la concezione di spazio

guardando i tuoi occhi,

ti scopro inarrivabile,

rimango sempre solo

nel mio letto

soffoco i miei singhiozzi nel cuscino

mentre, cerco di soffocare me stesso con il lenzuolo.