Ma quale rivoluzione?

Ma quale rivoluzione, coevi?

Siamo tutti ad invocarla da sempre
(quasi tutti, almeno)
ma sapete meglio di me
(quanto me, diciamo)
che ci vuole cuore per queste cose
(o fegato, comunque)

La Reazione l’abbiamo d’istinto
(automatismo adeguato, direi)
serve a non rilassarci mai
(pare poco, scusa?)
ma non si naviga con l’ancora gettata
(né si cede ai flutti, tuttavia)

Ed io che avrei abbracciato la Vandea
(teso una mano, tutt’al più)
dovrei giurare sull’Aventino
(secedere, è più recente)
o accettare la patria galera?
(in senso di nave, s’intende)

E tu che suggerisci con voce di rettile
da che parte stai?
(…)