Mare mite

Ogni cuore quando stride
grida chiaro ciò che sente.
Quello gaio invece tace,
e piuttosto canta e ride.
Quando chiede la sua mente
di spiegare la sua pace,
la zittisce: “non parlare,
ch’è sprecata la mia voce!
Vorrei solo far notare
che a volte il mare è mite,
non costringermi a nuotare,
ché almeno oggi son felice”.

R.49