“Mi preparo per la notte”

“Mi preparo per la notte”;

qualche volta mi fermo

a pensare a questa frase,

a quanto sia curiosa come cosa

fermarsi ad immaginare la notte

come dama che ti carezza le tempie

stanche e gravose di pensieri,

e a come ti debba preparare

per l’incontro,

per danzare con lei ed infine baciare

le sue labbra sonnifere,

cadere fra le sue braccia

e giovare del suo tocco,

animando i sogni

di uno spirito bambino,

e liberando i pensieri

di un acciaccato uomo.

 

 

E.63