Mia è colei che si nega

Ti ho trovata nell’ora in cui

gli animali del giorno iniziano a nascondersi

e le bestie notturne

si preparano alla loro vita di caccia o di preda

 

Era come se dio fosse sul punto di parlare

dopo tutto quel lungo imbarazzante silenzio

e noi fossimo li nella sua bocca aggrappati ai denti

ad aspettare insieme contando le stelle sul palato

 

Ci sono istanti che non riesco a nominare

desideri messi al muro e giustiziati

e verità proibite mordendosi la lingua

da dare in pasto a chi chiedeva spiegazioni

 

Ora aspetto che tu fiore torni a farmi fiorire

a scrudelire i giorni che senza di te si fanno zoppi

leccando ogni goccia della mia solitudine

di questa guerra tranquilla che mentendo chiamo pace

 

Ma so che mia è colei che si nega

U.02