Montenegro e lime

Respiro endecasillabi,
mi nutro di follie notturne e lagune.
E di fronte a quei frammenti color cobalto
resto disarmata, sospesa nell’irreale,
in balia di irragionevoli timidezze.