Nascita

Ti respiro nell’aria pregna

quando i giorni si fanno piĆ¹ caldi

le tue mani sono nel fiore carnoso, nel frutto acerbo

tra le scapole bianche delle farfalle

 

per il mio ruvido bozzolo cieco

fosti la crudele primavera

F.90