Nulla di più che odio

apatia da febbrile agonia.
Nell’aria il molesto tran tran 
nel cielo l’inesorabile pendolo
così è scandita la vita
tutto moriva
sotto un barracano di smog

Sfogami con quest’incedere di sillabe