Ossimori

Il mio gelo ti riscalderà

nelle notti assolate,

illuminate dal buio dei tuoi rimorsi.

E brucerà le tue strane normalità,

che si nascondono al sole

per non mostrare le tue dolci amarezze,

le tue lacrime aride,

che risalgono sul viso con sussurri assordanti.

E mentre ti riscaldo è il mio sangue che gela,

le mie certezze tremano come foglie

e volano nei venti statici dei miei pensieri,

che son fatti di neri arcobaleni

e di occhi blu che parlano del mare.

L.153