Pelle

Uno specchio candido

In cui riflettono i pensieri

 

Caleidoscopiche costellazioni

Si disegnano allo sguardo

 

Montagne e valli

Colline eremitiche

Una florida brughiera

Ogni centimetro è come casa

Chiamare per nome un vecchio amico

 

Così mi perdo nella tua geografia

Impressa a memoria nelle mie dita

Che bramano i loro pascoli perduti

 

Ora sono pronto

Per dimenticarti un’ultima volta