Per l’ultima volta, a te.

Ho deciso di condurre

il flusso della mia anima in modo che

non mi sfiori più il pensiero di te.

 

Tu che m’hai aperto un mondo

nuovo, vento fresco nell’anima

tramonti ch’erano emozioni ad ogni sguardo.

 

Mi hai anche mostrato le spalle

e t’ho cercato, ho cercato il tuo viso

ma la tua scelta era presa ed io, che credevo

nelle tue parole, non ho voluto vedere.

 

Aspettavo, aspettavo imperterrita,

ogni giorno, m’hai ferita

« non me ne vado »

mi hai mentito.

 

Io sento. Emozioni vive scorrono

senza sosta attorno

ad ogni mio organo e

basta un niente per far esondare

 

il fiume della mia vita, le lacrime dal mio viso

In te ho visto ciò che non trovavo,

ciò che volevo,

ma non era vero.

 

Ma hai mentito, hai stracciato il mio cuore

come lettere mai lette, l’hai gettato altrove

e ora non mi resta che ricomporre le parole,

imparare a non credere alle persone.

 

Dal profondo: ti penso, ma

non mi fai più male.

E.99