per S.

Per le strade

suona la colonna sonora

della mia tristezza.

Glicine e gelsomino

riempiono l’aria.

Questa primavera

non è per te.

Non godrai più del tepore del tetto

scaldato dal primo sole.

Le mie mani e il mio volto

non affonderanno più

nel tuo profumo di biscotto.

Non avrò più voce

per  canzonette inventate

o per richiamarti a me.

Non seguirai più

ogni mio passo e

le carezze saranno vane

ma accanto a me

ronferà il tuo ricordo.