Skip to main content

Poesia disperato erotico stomp

Nella tua ironica lingua
ho ritrovato i miei denti
aprirsi in un sorriso.

Tutto il male vissuto è salpato,
al largo, lontano
lontano,
dove la rotta è smarrita
il vento infuria
la tempesta stravolge.
Qui sulla riva del mare
c’è calma,
infine.

Ho affogato l’invivibile
in un sorso di
parole nuove.