Posto riservato

Camminavamo l’uno contro l’altro
tra i portici e i sampietrini
di questa Nostra città, unico legame.

Camminavamo l’uno contro l’altro
tu mano nella mano con Lei
io mano nella mia mano,
tu mi hai guardata
io ti ho visto,
tu hai continuato a guardarmi
io ho smesso di vederti,
poi mi son chiesta
cosa cercassi sul mio volto
all’improvviso una sera di luglio
dopo tutto quello scomparire
parlare per metà
stare zitto per intero:
Cosa cercavi?
Ho sorriso, l’hai visto?
Mi sei scivolato addosso
come una goccia di doccia fresca
nell’afa di agosto.

Ora che ti ho riposto nel posto che meriti,
non guardarmi se riesci a vedermi.