Prematuro sbocciare

Povero pesco che già sei fiorito

dei tuoi colori impavido sei rinato

Ma il vento ti ha spogliato gelido e tagliente

senza avere pena dei tuoi fiori si è pregiato

Come neve sei volato oltre le tue braccia

seminando una boccata di malinconia

Riposa sereno che un’altra primavera suonerà

tra i tuoi rami con fiori gioiosi

Ogni tanto la vita una carogna

non solo con te, povero pesco