Prigionieri prolifici

Lenzuola sudice

e ammorbidente

Costole pallide

Le tue foto, sulle pareti

Il mio specchio, sulle tue iridi

Masturbarmi per mano tua

masturbarti per mano mia

usarci e gettarci torturati

ammanettati ingiustamente

nel giorno che si ripete

Semplicemente

prigionieri politici

di questa fredda guerra

che attanaglia e preserva

i nostri cuori banditi