Primavera

Non cedo il passo ai malumori
ma dimmi, quali odori posso sentire
per sperare, solo un po’, di rifiorire?

Primavera senza coperte
giallo fieno dalle finestre
deserto impavido delle ginestre

si apre il cuore della stagione
il miracolo della visione
il mio Essere finito
che non vuole finire.