Skip to main content

Prosopagnosia d’amore

Ubriacami
E nel silenzio della notte cullami
Con dolci parole impalpabili
Infuse di sommesse emozioni inestinguibili.
Baciami le nocche stanche
Perché troppo a lungo ho serrato i pugni,
Mordimi le labbra bianche
Dai un po’ di rosso a questo livore.
Imprimiamoci nelle lenzuola,
Fai di questa sacra sindone il tuo cimelio
Ma non lasciarmi traccia del tuo passaggio
Fa’ che io mi desti domani con un mistero:
È stato tutto un sogno
O è successo davvero?