Girasole

Quella mattina di Luglio

il sole era alto e bruciava,

ma il girasole non si è aperto.

Nudo nel bosco,

disorientato

abusato

picchiato

derubato della sua linfa.

Il suo stelo era viola,

lividi sulla pelle.

La sua corolla sapeva di ruggine,

sangue in bocca.

Tutto sembrava irreale,

tranne la vergogna

il senso di solitudine

la rabbia.

Ingenuo di un girasole!

Volevi  provare il brivido di aprirti di notte,

ma le stelle non ti hanno aiutato.

Non potevi sapere

che la tua voglia di vedere la luna

ti avrebbe privato della luce del sole

e della tua.

L.153