SOCIAL

Ho osservato il mare di stelle

Qui dal mio oblò telematico

Dalla sala di controllo

Del mio transatlantico

Passo le mie giornate

In un perpetuo Natale

Di pulsanti colorati

Quanto inutili

Spiando migliaia di altri oblò

Boe solitarie

Fra la notte e l’oblio

Aspetto che la tua sirena

Emani il suo raggio verde

E che tu esponga il vischio

E poi aspetterò ancora

Fino all’alba, il levarsi

Del rosso sole della notifica