THE WASTE LAND II

Il ricordo di ciò che fu

impedisce all’anima di dormire,

di tornare a sognare scarni

campi di grano essiccati

dal sole.

Se si potesse spegnere ogni meccanismo frenetico,

se si potesse fuggire dalla propria ombra riflessa

come una maledizione eterna

sul marciapiede.

Non potrò mai abbandonare

questo cumulo di ossa, sangue e fiori

 

La vita è gabbia.