Tramonto

Un mare così piatto che sembra la pelle di un grandissimo pesce

Tutto sembra cadere nel silenzio

Con la tua mano così vicina, che mi basta un muscolo piccolo così per stringerla forte

Per portarmela al cuore.

Ma sei tu?

Una ferita aperta che si cuce e si riapre

Guarisce e poi risanguina.

Come fanno le persone a nascere in un posto così bello, ed essere così crudeli?

Sei lontano adesso, ma io mi godo questo ultimo tramonto insieme all’infinito

Con il sole che nasce e rimuore

Con la tua mano sulla mia

E i miei capelli sui tuoi

E i miei denti sui tuoi

E i miei pensieri sui tuoi.