Un’altra

La sera passata insieme

astri accordati per la nostra armonia

il tempo nostro alleato

le mie mani tra i tuoi capelli

l’atmosfera stilnovistica impressa realtà

dalla nostra speranza

tanto che mi sarei dato uno schiaffo

ma non con la mia, con la tua mano

per assicurarmi, per convincermi

che non fosse un sogno.

Sembrava tutto perfetto

ma la compagnia rovinò tutto:

quella sera ero insieme ad una ragazza.

Sembrava tutto perfetto, ma non lo era,

me ne resi conto guardandola negli occhi:

Non eri tu, ma un’altra.