Universo

Eppure dovresti essere riconoscente,
a tutte le strade chiuse,
le sentivi come strappate via,
non ti davi pace nella notte insonne,
le lacrime inondavano il cuscino,
ti sentivi violentata,
poi ti dissero che l’universo
ti aveva salvato.
Non vedevi che non avrebbe avuto
un respiro proprio,
alimentata a perdere,
ti avrebbe privato
di un organo,
avresti vissuto a metà come fossi
tutt’intera.
Ringrazialo quell’universo,
ti ha tolto
per insegnarti ad apprezzare
ogni cosa che resta.