via-andante

Sai che ad ogni fine avviene una notte
di tumulti e di angosce tribolante
silenzioso il mio passo distante
tutt’un tratto l’oscurità l’inghiotte.

La solitudine lenta attanaglia
e quel che di me resta mai mi basta
ogni mia arma ferma a terra resta
non vinco neanche questa battaglia.

poi il mio cuore con incoerenza
sente un bisogno di consolazione
così la cerca con risolutezza,

ma è lontana la vera salvezza.
Forse troverò la liberazione
se ora mi soccorri con la tua assenza.

F.128