Aokigahara

Candida

voli di fronti ai miei occhi

e ti esibisci alla Terra

con i tuoi dolci petali

Descrivi opere d’arte in cielo,

mi guardi,

mi sfiori poi fuggi,

mi tocchi e poi

muori.

 

Mi sono innamorato di te,

farfalla,

e se non mi basta

una vita a viverti

come può un solo giorno

essere abbastanza?

 

Lo so, io non dovevo,

ma non potevo

esserti immune.

Hai racchiuso la mia ruvida e grossa pelle

con quelle tue dolci piccole ali

ed io come potevo resisterti?

 

Ti ho seguita nel bosco,

il tuo riflesso nei laghi,

il tuo battito nei fiori

però ora è notte

e mi son perso.

 

Mi sono innamorato di te,

una farfalla,

e non mi basta un giorno

ma neppure una vita,

e se volerai via

anche io me ne andrò.

 

 

L.40