Complicazioni

Brindo stasera
a me e te
a ciò che mai saremo,
alla luna che bacia il mare
e i miei occhi lucidi
sul suo nero orizzonte
piangenti di tempeste
e quieti sconosciute

chissà quale porto ti aspetta
quali carezze e quali notti
finalmente calde
piene di musica e di casa

G.121