IO, PERENNE

Da sempre vago.

Per questa mia lentezza,

la metà del mio percorso

è la mia meta.

La meta del mio tempo

è la metà del mio spazio.

Quando ho iniziato,

non lo ricordo ancora;

quando arriverò,

sarò soltanto un ricordo.

Mi ringrazio;

per aver saputo essere il mio destino:

incivile, inadeguato, perenne.