La danza della rosa

Àncora nel mare nero
colorata di mille colori,
flebile luce di un cero
che al buio regala bagliori.

Ti vedo, debole come una rosa
ma colori e riscaldi qualsiasi cosa
sulla quale un tuo petalo si posa.

Ed io mi sono sciolto al tuo tocco,
da prima piano piano, poi tutto di botto;
e la tua magia, mi hai reso vulnerabile,
ma tutti gli eroi hanno un punto fragile.