Alla festa

La rabbia
I vostri sguardi lerci secanti
alla circonferenza della mia pupilla dilatata
L’istinto
Il mio sangue a sporcare le pareti.
E scrivo frasi d’amore con le vecchie croste che cadono,
come muro vecchio cent’anni
Allerta meteo: