Parole

Erigono castelli di cristallo
nei dieci secondi più dolci
di una profonda notte
senza luna.

Li fanno cadere in pezzi
nei dieci secondi più duri
di un giorno buio
ma senza nuvole.

Non sono giochi,
ma di giochi di parole
si vive.
(Si sopravvive)