Fra e’ nuvole

Fabbricammo ‘nsieme

ali de sogni e cera,

pe’ volà ner cielo

fra e’ nuvole.

 

Fin ‘a quer giorno tragico

che spezzo l’equilibrio de quer

mi realismo magico.

 

Ali recise, tagliate de netto,

da ‘e stesse mani che

prima me stringevo ar petto.

Precipitai lungo tempo,

non so dì quanto, lo ammetto.

 

Fra e’ nuvole

se sta’ ’n sacco bene.

Il problema è che prima

o poi,

 

se cade.

LAGO DI SANTA CROCE

Read full article

Nell’alpe non sento duolo
rimango solerte e solo
e di questo speco mi innamoro
per codesto languir di natura, io moro

Senza l’algido aere che pervade
questa perenne neve che non mi cade,
l’acqua s’agghiaccia
risorgendo con diversa faccia.

Esule uman cittadino
che dal suo vivere imperioso
corre in tal etere selvoso
ivi nulla è raziocinio.

In quarto chiudo ogni mia sentenza
riedare da tal viaggio, scriver devo l’essenza
o Val Belluna
ove la bontà di sperdersi s’aduna,
diventi ora una gaia fanciulla
a cui manca non deggio nulla.

Il lago ampio e robusto
dalle Alpi mai giacerà combusto.
Il viadotto e la divisa via veloce
rende il panorama un diletto aulico e atroce.

Nella montana Farra
di stupor n’è l’arra
la gemenda di Alpago
rende ogni amoroso sospiro pago.

Read full article

CC