Riflesso

Sei l’equilibrio mio, aria che
salsedine sostiene quando,
come l’animo che m’appartiene,
l’onde indolenti s’agitano, rami
che forti i fiori afferrano quando,
come il vigor or già perduto,
del vento il sibilio se n’appropria.
Sei ciò che di vero ha l’uomo,
non l’apparenza che l’inganna,
ma sicur riflesso dell’esser mio.